AGB

Condizioni generali di vendita per il commercio attraverso Internet

I. Validità

Le forniture, le prestazioni e le offerte della nostra azienda avvengono esclusivamente sulla base delle presenti condizioni di contratto. Non riconosciamo condizioni di contratto opposte o condizioni del cliente che si discostino dalle nostre, se non vi abbiamo aderito per iscritto. In tal senso le azioni da noi svolte al fine di adempiere agli obblighi derivanti dal contratto non implicano l’accettazione di condizioni contrattuali divergenti dalle nostre. Queste condizioni contrattuali valgono come accordo base anche per ulteriori negozi giuridici tra le parti contrattuali.

II. Offerte e stipulazione di contratto

Le nostre offerte non sono vincolanti. Un’offerta di contratto di un cliente necessita di una conferma. Anche l’invio della merce ordinata dal cliente ha valore di conclusione di contratto. Se ci vengono rivolte offerte, l’offerente è legato ad un termine adeguato di almeno 10 giorni dall’arrivo dell’offerta.

III. Prezzo

Tutti i prezzi da noi citati sono comprensivi di imposta generale sull’entrata, se non indicato diversamente. Se i costi salariali dovessero subire modifiche, a causa degli adeguamenti del contratto collettivo del settore, delle stipulazioni interne dell’azienda , se dovessero presentarsi incrementi rilevanti per il calcolo delle spese oppure se dovessero presentarsi spese necessarie all’esecuzione delle prestazioni quali quelle per il materiale, l’energia, i trasporti, il lavoro esterno, il finanziamento ecc…saremo autorizzati ad aumentare o a ridurre i prezzi. Il punto III non vale per le categorie dei consumatori.

IV. Condizioni di pagamento, interessi di mora

Il pagamento avviene nella forma scelta dal cliente (carta di credito, contrassegno, bonifico bancario di pagamento anticipato ecc.). Il pagamento del prezzo d’acquisto è da saldare con l’entrata in vigore del contratto. I pagamenti del cliente sono da ritenere effettuati solo a partire dal loro arrivo sul nostro conto aziendale. In caso di ritardo di pagamento da parte del cliente siamo autorizzati a richiedere, a nostra scelta, il risarcimento del danno effettivamente scaturito oppure, nella misura in cui non si tratti di un’operazione di credito con consumatori, a calcolare interessi di mora del 4% sulla rendita del mercato secondario/unione secondo il Fascicolo mensile delle statistiche della Banca Nazionale Austriaca.

V. Recesso contratto da parte dell’azienda

In caso di ritardo di ritiro (punto VIII) o altri motivi importanti quali, in particolare, la bancarotta del cliente o il rinvio di fallimento per mancanza di capitale, così come in caso di ritardo di pagamento da parte del cliente siamo autorizzati al recesso dal contratto se non è stato completamente adempiuto da entrambe le parti. Nel caso di recesso abbiamo la possibilità, se si tratta di indebitamento del cliente, di richiedere un risarcimento forfetario dei danni del 15% sull’importo lordo della fattura oppure il risarcimento del danno effettivamente derivato. In caso di ritardo di pagamento da parte del cliente siamo dispensati dalla fornitura di ulteriori prestazioni e consegne e siamo autorizzati a trattenere le consegne o le prestazioni ancora scoperte, richiedendo pagamenti anticipati o garanzie oppure rescindendo dal contratto dopo un’adeguata notificazione. Se il cliente retrocede dal contratto senza esserne autorizzato o ne chiede l’annullamento, abbiamo il diritto di insistere sull’adempimento del contratto o acconsentire al suo annullamento. Nell’ultimo caso il cliente è tenuto a pagare a nostra scelta un risarcimento danni forfetario del 15% sull’importo lordo della fattura o pagare altrimenti il danno effettivamente derivato.

VI. Diritto di recesso da parte del consumatore

Se il cliente è consumatore ai sensi della Legge sulla protezione dei consumatori (KSchG) può recedere da un contratto stipulato per il commercio a distanza o da una dichiarazione contrattuale depositata nell’ambito del commercio a distanza entro sette giorni lavorativi, nel quale il sabato non viene considerato come tale. Il tempo stabilito per il recesso inizia, nel caso di contratti relativi alla fornitura di merci, nel giorno di arrivo presso il consumatore; nel caso di contratti relativi alla fornitura di servizi, invece, inizia nel giorno della stipulazione del contratto. Non vi è possibilità di recesso per contratti relativi a:
1.servizi la cui esecuzione, secondo gli accordi con il consumatore, è iniziata nell’arco di 7 giornate lavorative a partire dalla stipulazione del contratto,
2.merce o servizi, il cui prezzo dipende dallo sviluppo delle aliquote dei mercati finanziari sui quali l’azienda non ha alcuna influenza,
3.merce realizzata secondo le specifiche del cliente, prodotta espressamente secondo le esigenze personali che, a causa della sua natura non è adatta a spedizioni di ritorno, che potrebbe guastarsi velocemente oppure la cui data di scadenza verrebbe superata,
4.registrazioni audio o video o software, nel caso in cui la merce fornita è già stata dissigillata dal consumatore,
5.quotidiani, riviste e riviste illustrate ad eccezione di contratti relativi a stampa periodica,
6.servizi di lotterie e scommesse, così come
7.consegne a domicilio o servizi per il tempo libero,
8.vendite all’asta

È sufficiente che la dichiarazione di recesso venga inviata entro il termine fissato senza indicare i motivi. Nel caso di un recesso avviene un rimborso totale o parziale del prezzo di acquisto solo immediatamente dietro la consegna della merce ricevuta da chi ha effettuato l’ordine. Nel caso di un recesso da parte di un consumatore, questi dovrà pagare le spese immediate della spedizione di ritorno.

VII. Spese di sollecito ed incasso

In caso di ritardo nel pagamento il cliente è tenuto a risarcire le spese di sollecito che ne risultano per l’importo forfetario di 10,90 € / CHF 16.68 per ciascun sollecito emesso mentre, per tenere in evidenza il rapporto debiti nella gestione dei solleciti, il cliente dovrà pagare un importo di 3,63 € / CHF 5.55 per ciascun semestre. Dopo un secondo sollecito con esito negativo siamo autorizzati ad incaricare un ufficio che si occupi di incassi per conto terzi, i cui costi dovranno essere risarciti dal cliente fino all’ammontare massimo citato nella BMwa, BGBl 1996/141 nella rispettiva versione in vigore.

VIII. Consegna, trasporto, ritardo della presa in consegna

I nostri prezzi di vendita non includono le spese per la consegna, il montaggio o l’installazione. Su richiesta forniamo ed organizziamo tuttavia queste prestazioni dietro compenso separato. Per il trasporto e la consegna vengono inoltre messi in conto i costi effettivamente impiegati, unitamente ad un’adeguata maggiorazione delle spese di amministrazione, i salari usuali per vettori e trasportatori in vigore almeno nel giorno di consegna in base al tipo di trasporto scelto. I lavori di montaggio vengono calcolati secondo il tempo richiesto, per il quale si considera come convenuto un tasso orario tipico del settore. Se il cliente non ha preso in consegna la merce come accordato (ritardo della presa in consegna) siamo autorizzati, dopo una dilazione senza successo, ad immagazzinare la merce presso di noi. Si tratta di un servizio che mettiamo in conto con una tassa di magazzinaggio dello 0,1 dell’importo lordo della fattura per ogni giorno del calendario. Come alternativa è possibile immagazzinare la merce a spese e pericolo del cliente presso un esercente autorizzato. Contemporaneamente siamo autorizzati ad insistere sull’adempimento del contratto oppure, dopo la notifica di una dilazione completa ed adeguata di almeno 2 settimane, a recedere dal contratto ed utilizzare la merce in altro modo.

IX. Termine di consegna

Siamo tenuti all’adempimento delle prestazioni solo quando il cliente ha rispettato tutti gli obblighi necessari all’esecuzione, in modo particolare tutti i dettagli tecnici e contrattuali, i lavori preliminari e le misure di lavorazione. Siamo autorizzati a superare le date stabilite e il termine di consegna fino ad una settimana. Solamente dopo la decorrenza di questo periodo, il cliente può recedere dal contratto dopo la notificazione di un’adeguata proroga.

X. Luogo di adempimento

Il luogo di adempimento è la sede della nostra azienda.

XI. Cambiamenti di lieve entità relative alle prestazioni

Se non si tratta di operazioni con consumatori finali si considerano anticipatamente come approvate altre modifiche di lieve entità accettate dei nostri contratti di fornitura per i nostri clienti.
Questo vale in modo particolare per variazioni limitate attraverso l’oggetto (ad esempio: misure, colori, aspetto del legno e dell’impiallacciatura, macchiatura a finto legno e struttura, ecc…).

XII. Garanzia, obbligo di ricerca e denuncia dei vizi

In caso di operazioni con consumatori valgono le disposizioni di legge.
Se non si tratta di operazioni con consumatori, soddisferemo a nostra scelta i diritti di garanzia del cliente di fronte ad un difetto eliminabile, ovvero con la sostituzione, la riparazione entro un termine adeguato oppure la riduzione di prezzo.
I diritti di risarcimento danni del cliente, mirati all’eliminazione del difetto, possono essere fatti valere solamente se siamo in ritardo con l’adempimento dei diritti di garanzia. Se non si tratta di operazioni con consumatori è necessario, ai sensi degli Artt. 377 s.Codice di commercio austriaco (HGB), che la merce venga immediatamente controllata dopo la consegna, al più tardi tuttavia entro 6 giorni lavorativi. I vizi appurati devono essere comunicati per iscritto al più tardi tuttavia entro 3 giorni lavorativi dalla loro individuazione, indicando il tipo e l’entità del vizio. I vizi nascosti devono essere immediatamente denunciati per iscritto al più tardi tuttavia entro tre giornate lavorative dalla loro individuazione. Se una denuncia di vizio non viene effettuata o viene effettuata in ritardo la merce si ritiene accettata.

XIII. Risarcimento danni

Tutti i diritti di risarcimento danni sono esclusi in caso di lieve negligenza. Questo non vale
per danni alle persone o in caso di operazioni con consumatori per beni consegnati da terzi in conto lavorazione.
Il danneggiato deve dimostrare, purché non si tratti di un’operazione con consumatori, la presenza di negligenza lieve o grave. Se non si tratta di operazioni con consumatori il termine prescrizionale dei diritti di risarcimento danni è di tre anni a partire dal passaggio del rischio. Le norme contenute in queste condizioni di contratto o altrimenti accordate circa il risarcimento danni valgono anche quando il diritto di risarcimento danni viene fatto valere unitamente o in sostituzione di un diritto di garanzia. Prima del collegamento o del trasporto di prodotti tecnici EDP o prima dell’installazione di programmi di computer, il cliente è tenuto ad assicurare in modo adeguato i dati già presenti nel computer. In caso contrario sarà l’unico responsabile della perdita dei dati e di tutti i danni ad esso conseguenti.

XIV. Responsabilità sui prodotti

Si escludono richieste di regresso ai sensi dell’Art.12 della Legge sulla Responsabilità del Produttore (Produkthaftungsgesetz) a meno che l’avente diritto al regresso dimostri che l’errore è stato causato da parte nostra e provocato da una negligenza grave.

XV. Riservato dominio e relativa affermazione

Tutte le merci sono vendute con patto di riservato dominio e restano di nostra proprietà fino al pagamento completo. Nell’affermazione del riservato dominio è possibile il recesso dal contratto solo se questo viene dichiarato espressamente. In caso di ritiro della merce siamo autorizzati a mettere in conto le spese di trasporto e manipolazione. In caso di interventi da parte di terzi sulla merce con riserva, in modo particolare in caso di pignoramenti, il cliente è tenuto a comunicare che la merce è di nostra proprietà ed informarci immediatamente. Se il cliente è consumatore o non è un’impresa, il cui commercio con la merce acquistata presso di noi appartiene all’esercizio ordinario, non può disporre della merce acquistata con riserva fino al saldo completo della richiesta aperta del prezzo di acquisto, in modo particolare non può venderla, né pignorarla, né donarla o prestarla. Il cliente sosterrà inoltre l’intero rischio per la merce con riserva, in modo particolare per il pericolo di deperimento, perdita o deterioramento.

XVI. Cessioni di credito

In presenza di forniture con riservato dominio, il cliente ci cede già adesso i suoi crediti verso terzi, nella misura in cui risultano dalla cessione o trasformazione della nostra merce fino al pagamento definitivo dei nostri crediti. Il cliente deve nominarci, su richiesta, i suoi acquirenti e informarli puntualmente della cessione. La cessione deve essere resa visibile all’acquirente nei libri contabili, nelle bolle d’accompagnamento, nelle fatture ecc…Se il cliente è in ritardo con il pagamento nei nostri confronti, sarà suo dovere separare i ricavati di vendita in entrata che deterrà soltanto a nostro nome. Tutti i diritti vantanti nei confronti di un assicuratore si intendono già adesso ceduti nel limiti dell’Art.15 della Legge sui contratti d’assicurazione (Versicherungsvetragsgesetz). I crediti non possono essere ceduti nei nostri confronti senza il nostro consenso esplicito.

XVII. Ritenuta

Se non si tratta di operazioni con consumatori, il cliente non è autorizzato, in caso di reclamo giustificato, ad eccezione dei casi di annullamento, alla ritenzione se non di una sola parte adeguata dell’importo lordo della fattura.

XVIII. Diritto applicabile, foro competente

Vale il diritto austriaco. Si esclude espressamente l’applicabilità del diritto di acquisto della Convenzione di Vienna sulla vendita internazionale. La lingua del contratto è il tedesco. Le parti contrattuali concordano sulla giurisdizione austriaca nazionale. Se non si tratta di operazioni con consumatori per la decisione di tutte le controversie derivanti da questo contratto è responsabile, esclusivamente a livello locale, il tribunale oggettivamente competente dove ha sede la nostra azienda.

XIX. Protezione dati, modifica indirizzi e diritto d’autore

Il cliente comunica il suo consenso affinché tutti i suoi dati riferiti alla persona, anche quelli contenuti nel contratto di acquisto, vengono da noi utilizzati per l’adempimento del contratto, e soprattutto memorizzati ed elaborati in modo automatizzato. Il cliente è tenuto ad informarci di modifiche del suo indirizzo residenziale o aziendale e dell’indirizzo e-mail fino a che il negozio giuridico oggetto del contratto non è stato completamente adempiuto da entrambe le parti. Se viene tralasciata la comunicazione, valgono le dichiarazioni di “arrivo a destinazione”, nel caso che vengano inviate all’ultimo indirizzo noto. Disegni, schizzi o altro materiale tecnico, come del resto i campioni, i cataloghi, i prospetti, le immagini e altro materiale simile, restano sempre di nostra proprietà intellettuale. Il cliente non riceverà come sempre alcun diritto di sfruttamento e di utilizzazione. Il committente è tenuto a risarcire il mandatario nei confronti di tutti i diritti rilevati da terzi per violazioni dei diritti d’autore, diritti per la protezione delle esecuzioni, ed altri di diritti di protezione commerciale o per la tutela della privacy.

XX. Invio di posta elettronica

Il cliente acconsente all’invio di posta elettronica come invio di massa o a fini pubblicitari. Questo consenso è revocabile in ogni momento.